Premio Siro Vannelli



Chi era Siro Vannelli?

Siro Vannelli nasce a Montecatini Terme nel 1925. Laureato in Scienze Agrarie nel 1950, entrato nel Corpo Forestale dello Stato nel 1952 e tre anni dopo si trasferisce in Sardegna dove fu incaricato di aprire e organizzare l’Ispettorato Forestale di Tempio Pausania, successivamente, da dirigente dell’Assessorato per la Difesa dell’Ambiente, si occuperà della Divisione Parchi e Foreste della Regione Sarda fino al 1983. I suoi studi si concentrano sulla selvicoltura, la botanica e in genere l’ambiente sardo. L’ opera”GRANDI ALBERI IN SARDEGNA” deriva dalla meticolosa ricerca sul territorio di piante di interesse storico-naturalistico e ambientale che potrebbero essere sottoposte a vincolo e assurgere a monumento naturale ai sensi della Legge Regionale sui Parchi. Il suo lavoro di studioso si estende all’impegno nel sociale. Alla nascita dell’ ASS.FOR. ne sostiene gli ideali incoraggiandone l’attività. Per il Notiziario Forestale ha curato una rubrica fissa all’interno delle pagine di Ecologia e Ambiente. Muore a Cagliari il quattro febbraio del duemila.

Bibliografia
Gli alberi forestali e ornamentali nell´azienda agraria, Sassari, Gallizzi 1961
Piante preziose per l´agricoltura e l´industria della Sardegna: gli eucalitti, Cagliari, Tip. Valdes 1961
Il rimboschimento del monte Limbara, Firenze, Società botanica italiana 1966
I boschi naturali sardi ed i problemi della loro conservazione, Sassari, Gallizzi 1973
Verde, ma non qualunque, Sassari, Gallizzi 1976
Il verde di Cagliari, Cagliari, Janus 1986
Grandi alberi della Sardegna. Monumenti verdi, 1994
Il complesso forestale del Monte S. Antonio di Macomer nel trentennio 1820-1850, Bolotana: Passato e presente, Sassari, Iniziative culturali 1997
Erbe selvatiche e commestibili della Sardegna, Cagliari, AM & D, 1998
Guida verde di Teulada e del suo territorio: ambiente, paesaggio, itinerari naturalistici, Cagliari, CUEC 2001

 

 

L’ opera”GRANDI ALBERI IN SARDEGNA” deriva dalla meticolosa ricerca sul territorio di piante di interesse storico-naturalistico e ambientale che potrebbero essere sottoposte a vincolo e assurgere a monumento naturale ai sensi della Legge Regionale sui Parchi. Il suo lavoro di studioso si estende all’impegno nel sociale. Alla nascita dell’ ASS.FOR ne sostiene gli ideali incoraggiandone l’attività. Per il Notiziario Forestale ha curato una rubrica fissa all’interno delle pagine di Ecologia e Ambiente. Muore a Cagliari il quattro febbraio del duemila.

"Premio Siro Vannelli"
Il regolamento
È istituito il “Premio Siro Vannelli” per la divulgazione della cultura ambientale e forestale in Sardegna.
L’ASS.FOR.ONLUS da sempre impegnata nell’attività di promozione della cultura ambientale nella nostra isola, ha istituito il “Premio Siro Vannelli”, per mantenere vivo il ricordo dell’omonimo funzionario forestale, prematuramente scomparso il 4 febbraio del 2000.
Il dott. Siro Vannelli, operando nel Corpo Forestale, profuse ogni sforzo nell’attività istituzionale, con una passione ed un impegno che sconfinavano nella dedizione.
Il Premio è un riconoscimento a chi, con attività divulgativa, studi e ricerche ha favorito l’ampliamento delle conoscenze degli ecosistemi tipici dell’ambiente mediterraneo, con particolare riguardo a proposte e studi mirati alla loro salvaguardia e conservazione, e specificamente alla difesa e tutela di questi preziosi ambienti dal fenomeno distruttivo per eccellenza: l’incendio.
Il “Premio Siro Vannelli” sarà assegnato dalla giuria composta dai Consiglieri del Direttivo dell’ASS.FOR.ONLUS a quanti si sono distinti nell’impegno per la diffusione a tutti i livelli dei valori del rispetto della natura, per stimolare la crescita sociale e culturale delle nostre popolazioni, in contrasto all’indifferenza e al fatalismo.
I candidati saranno individuati fra coloro che si sono distinti con la propria opera in attività meritorie che siano ascrivibili alle finalità previste dal Premio, con: studi, ricerche, pubblicazioni, filmati e produzioni intellettuali di vario genere dirette alla sensibilizzazione ambientale.
Ai vincitori, saranno assegnati i premi di riconoscimento nell’ambito delle manifestazioni del 28 luglio “Giornata Regionale di Sensibilizzazione contro gli Incendi” a Tempio Pausania (OT).

 

ELENCO DEI PREMIATI NELLE PASSATE EDIZIONI:

IV EDIZIONE
Domenica 28 luglio 2013 a Tempio Pausania (OT) in occasione della ricorrenza del XXX anniversario dei fatti di Curraggia vengono premiati:

FIORENZO CATERINI, autore del libro “Colpi di scure – Sensi di colpa”, per la divulgazione della cultura forestale in Sardegna,

 

 

 


CHRISTIAN MANNU, webmaster autore e creatore delle grafiche per il ricordo del 28 luglio e i siti internet collegati all’evento,




TORE MANCA, video artista per la creazione dello spot televisivo sul 28 luglio


III EDIZIONE
Mercoledì 27 luglio 2012 a Tempio Pausania (OT) in occasione della ricorrenza del XXVIII anniversario dei fatti di Curraggia vengono premiati: il giornalista televisivo (RAI tre Regione) Bruno Merella inviato speciale della RAI il 28 luglio del 1983 e autore di numerosi servizi per la valorizzazione del patrimonio naturale e culturale della Sardegna e a SECHIPE il regista e creatore di «Adotta un albero» programma di educazione ambientale rivolto ai giovani studenti delle scuole primarie della Sardegna.

II EDIZIONE
Sabato 28 luglio 2007 a Tempio Pausania (OT) in occasione della Giornata Europea di sensibilizzazione contro gli incendi vengono premiati: il giornalista televisivo (Videolina) Giacomo Serreli, per i servizi speciali e le trasmissioni contro gli incendi in Sardegna e l’attore teatrale Gianluca Medas autore del documentario “CURRAGGIA” e di rappresentazioni teatrali per la sensibilizzazione contro gli incendi.

I EDIZIONE

Sabato 3 maggio 2003 ad Arborea (OR) Premiati: Licia Colò  per la trasmissione televisiva (RAI 3) GEO e GEO e Emanuele Dessì per la Trasmissione televisiva (Videolina) SARDEGNA VERDE.